Il progetto ARDISC

Ardisc è un progetto rivolto a catalogare il maggior numero possibile di dischi italiani, di ogni epoca e genere. Questo database sarà consultabile da chiunque vorrà ma ci sarà di più: una serie di rubriche e altri contenuti che ruoteranno intorno all’archivio. Nel DB troverete una serie di possibilità di ricerca, viste che permetteranno di cercare ogni artista per tipo di ruolo: interprete, musicista, produttore, arrangiatore, tecnico del suono, grafico oppure fotografo. Ma si potranno cercare i dischi – in qualsiasi formato – anche per studio di registrazione.

Per ogni artista ci saranno tre tipi di discografia:
Quella ufficiale.
Quella completa: cioè con in aggiunta le antologie, le pubblicazioni internazionali o economiche e quant’altro non considerabile ufficiale.
L’opera omnia che comprende le prime due categorie più tutti i dischi in cui il dato artista sia contitolare.

Per fare un esempio pratico, nell’opera omnia di Lucio Dalla si troveranno i dischi con De Gregori, con Morandi, con Di Marco, con Di Battista, quelli in cui è nella formazione dei Flippers e così via. Non saranno in ogni caso incluse le ristampe di album ufficiali, per non appesantire gli elenchi e renderli sempre leggibili con facilità. Queste ristampe saranno consultabili in una sezione apposita della vista per Categoria.
Il resto della consultazione sarà intuitiva, digitando il nome di un musicista ad esempio, si avrà l’elenco dei dischi in cui suona tra quelli inseriti nel DB. Aprendo la scheda di un disco, si vedranno maggiori dettagli sulla partecipazione del musicista oggetto della ricerca: gli strumenti suonati oppure i brani specifici in cui è presente. Stessa cosa per le altre figure professionali come produttori, arrangiatori, eccetera.

Ci sono anche possibilità di ricerca che non coinvolgono i singoli artisti. Per etichetta, per nazione di stampa e per categoria. Potrebbe essere molto interessante e curioso, ad esempio, vedere tutti i dischi di artisti italiani pubblicati in Argentina o in Germania. Oppure i dischi della RCA Italiana o quelli della CAR Juke Box di Carlo Alberto Rossi. Più specifica la vista dei dischi per categoria: gli album degli anni 70, quelli di cantautrici, quelli in dialetto, i singoli di prog italiano. Le possibilità sono davvero moltissime.

Infine Il Disco della Settimana: un album più o meno recente da scoprire o riscoprire.


Michele Neri

Michele Neri

Autore e consulente RAI, storico della musica italiana, saggista.
Dal 1998 è in diverse trasmissioni: Serata pop, Dopo pranzo pop, Eventi pop, DaDaDa, Techetechetè, Sottovoce, Settenote, Milleeunlibro, Applausi, B come Sabato e Vieni da me e ha collaborato a diversi speciali sulla musica del TG2. Attualmente è in forza a Domenica In e Unomattina. Nel 2005 è curatore della collana Discografie Illustrate (Coniglio Editore), nella stessa collana ha realizzato due volumi dedicati a Fabrizio De André e Ivano Fossati. Per lo stesso editore ha curato anche la collana Zum Zum Zum, Nel 2008 è condirettore – con Maurizio Becker – della rivista Musica Leggera. Nel 2010 ha pubblicato Lucio Battisti, La discografia mondiale, un libro illustrato di 640 pagine. Nel 2013 ha pubblicato Il libro del prog italiano (Giunti Editore), dal 2016 è curatore della rivista «Vinile» per Sprea Editori. Sta attualmente lavorando a un voluminoso dizionario sulla canzone italiana del nuovo millennio.